GIA individua una rara frode di iscrizioni

Il Gemological Institute of America (GIA), presso il suo laboratorio di Johannesburg, ha scoperto il primo caso di falsa iscrizioni su cinture di ciò che si credevano diamanti.

In realtà erano infatti tre moissaniti sintetici, con iscrizioni contraffatte, che i truffatori hanno cercato di far passare come diamanti naturali.

Il laboratorio ha inizialmente ricevuto una pietra rotonda brillante da 1,02 carati per un rapporto di classificazione.

Il numero di rapporto sulla cintura era di un diamante naturale E-color ,classificato nel 2019, ma le dimensioni effettive della pietra da classificare erano diverse in quanto la moissanite ha un peso specifico inferiore, il che significa che pesa meno rispetto al suo volume.

In effetti i test standard hanno mostrato che la pietra non era un diamante.

Le successive analisi spettroscopiche e gemmologiche hanno dimostrato che era moissanite sintetica.

Le persone non esperte, a volte scambiano la moissanite sintetica per il diamante perché alcune delle sue proprietà sono simili, come la loro durezza e conduttività termica.

Tuttavia, la pietra di moissanite ha mostrato “doppia rifrazione” – una caratteristica assente nei diamanti.

Un’altra differenza fondamentale tra i materiali è la dispersione.

La moissanite ha una maggiore dispersione, il che significa che la luce che entra nella pietra viene rifratta maggiormente.

Dopo il primo caso, lo stesso laboratorio in Sud Africa ha ricevuto e identificato altri due moissaniti sintetici con iscrizioni ingannevoli.

Il GIA, in linea con la sua pratica abituale, ha oscurato l’iscrizione fraudolenta.

Che cosa è la moissanite?

Che cosa è la moissanite

La Moissanite è stata scoperta nel 1893 da uno scienziato di nome Henry ‎Moissan, che poi ha vinto il premio Nobel per la chimica.

Moissan scoprì la gemma in Arizona in un cratere creato da un meteorite che cadde sulla Terra. Pensò di aver trovato i diamanti ma poi scoprì che i cristalli erano composti da carburo e silicio.

La Moissonite è una pietra naturale molto rara. Così oggi viene prodotta in laboratori con un procedimento complesso.